Guida completa al 3D. Esplora il tesoro nascosto

12-10-2011

Quando la prima generazione di TV 3D è arrivata sul mercato all’inizio del 2010, abbiamo assistito all’imposizione di una nuova pietra miliare del settore. Se stai pensando di acquistare un nuovo televisore, addentrati nei segreti della tecnologia dei televisori 3D e scoprirai cosa ti serve per cominciare a usarli e quali sono le risposte alle domande più frequenti.

Che cos’è

Si tratta di una funzionalità degli HDTV standard in grado di visualizzare immagini tridimensionali da contenuti 3D. Al momento, oltre al catalogo in rapida espansione dei film Blu-ray in 3D, è disponibile una tecnologia in 3D per i canali in pay-per-view e satellitari e sempre più film e programmi sono disponibili anche in 3D. Inoltre, sono in corso di sviluppo intere reti 3D via cavo.

È possibile guardare in 2D su un televisore 3D

I televisori 3D riproducono la programmazione tradizionale proprio come tutti gli altri televisori e molti di questi sono dotati di una funzionalità che converte le immagini 2D in 3D. Se hai un televisore 3D Samsung, ti basta premere il tasto “3D” sul telecomando, indossare gli occhiali attivi 3D di Samsung e i contenuti in 3D da una sorgente 2D nativa sono serviti!

Come funziona

1. Le lenti degli occhiali a otturatore attivo passano da scuro a chiaro (viene prima bloccato l'occhio sinistro, poi il destro, di nuovo il sinistro e così via).

2. Questo passaggio avviene in sincrono con il televisore che, a sua volta, alterna immagini a destra e sinistra con due angolazioni leggermente differenti.

3. Tutto questo avviene in maniera tanto veloce che il cervello visualizza entrambe le angolazioni allo stesso tempo, creando in questo modo la percezione del 3D, proprio come nella vita reale.

3D attivo e 3D passivo

I due tipi di tecnologia disponibili per l'uso a casa tua sono il 3D attivo e il 3D passivo. Sebbene vi siano molte differenze tra le due tecnologie di 3D attivo e passivo, quello che conta è assicurare un’esperienza 3D domestica di qualità elevata. La tecnologia del 3D passivo utilizza occhiali che dividono la risoluzione di 1080p a metà (540p) per ciascun occhio. Al contrario, gli occhiali 3D attivi di Samsung assicurano un’esperienza full HD a 1080p per entrambi gli occhi.

Quando si guardano contenuti 3D di un televisore con 3D passivo, può capitare che appaiano delle righe nere orizzontali su tutto lo schermo o che si perda qualità dell’immagine 3D ad angolazioni verticali relativamente basse. Tutto questo non succede con la tecnologia del 3D attivo Samsung. La tecnologia di 3D attivo di Samsung visualizza in ogni momento immagini HD a 1080p per ogni occhio e offre un’immagine 3D eccezionale anche da angolazioni fino a 178 gradi.

Guarda qui e scopri come funziona il 3D

Cosa ti serve

1. Un televisore o proiettore che supporti il 3D. È possibile trovare il 3D su determinati HDTV di fascia alta con schermo LCD, LED e plasma. Molti televisori 3D sono tra i modelli di fascia alta nella loro gamma e garantiscono profondità eccezionale, risoluzione elevata e colori vivaci e brillanti sia in 2D che in 3D.

2. Un lettore Blu-ray, un cavo HD o un decoder satellitare HD che supportino il 3D. Per riprodurre dischi Blu-ray, è necessario disporre di un apposito lettore che supporti il 3D e un cavo HDMI ad alta velocità per collegare il televisore 3D al tuo lettore Blu-ray 3D-ready. Per quanto riguarda la TV satellitare, il tuo decoder potrebbe già supportare la tecnologia 3D oppure potrebbe essere necessario controllare con il provider se è possibile effettuare l’upgrade.

3. Contenuti 3D. Al momento, oltre al catalogo in rapida espansione dei film Blu-ray in 3D, è disponibile una tecnologia in 3D per i canali in pay-per-view e satellitari. La creazione di nuovi contenuti 3D è costante e un numero sempre maggiore di film e programmi viene ripreso e trasmesso in 3D. Inoltre è in corso la costruzione di intere reti cablate 3D.

4. Occhiali 3D. Il 3D è un miraggio senza. Sul mercato sono disponibili due tipi di occhiali 3D per l’uso domestico: gli occhiali 3D attivi e quelli passivi. Vai a colpo sicuro acquistando gli occhiali della stessa marca del tuo televisore. La tecnologia 3D varia a seconda del produttore, perciò gli occhiali prodotti da un'azienda non saranno compatibili con un televisore di un altro produttore. Impara a conoscere meglio gli occhiali 3D attivi e passivi.

Guarda e scopri cosa ti serve per il 3D

Domande frequenti

Posso guardare la TV di tutti i giorni sul mio televisore 3D?

Certo! I televisori 3D supportano la programmazione TV tradizionale, proprio come qualsiasi altro televisore e sono inoltre fatti per offrire un'esperienza di visione unica per i contenuti 3D che si prostrano al tuo cospetto.

Devo indossare sempre gli occhiali 3D quando guardo la TV?

No, devi indossare gli occhiali per il 3D solo quando guardi contenuti 3D. Di fatto, il tuo televisore supporta anche i film e i programmi TV in 2D, per cui non devi modificare le tue abitudini. Ma non dimenticare che ci sono due tipi di occhiali 3D, quelli attivi e quelli passivi. Fai attenzione a disporre degli occhiali giusti per il tuo televisore 3D. Scopri i segreti degli occhiali 3D attivi e passivi.

Cosa significa “3D-ready”?

La definizione di “3D-ready” varia a seconda del produttore, ma solitamente indica che il televisore in questione è in grado di visualizzare contenuti in 3D. Il modo più semplice per scoprire se il tuo televisore supporta il 3D è verificare sul sito web del produttore o sulla documentazione fornita nella confezione.

Puoi inoltre controllare se è presente il collegamento di sincronizzazione per il 3D “3D Sync Out” sul pannello posteriore.

Che differenza c’è tra il 3D nativo e il 3D virtuale?

I contenuti in 3D nativo sono stati ripresi utilizzando videocamere 3D. I contenuti in 3D virtuale sono stati originariamente registrati in 2D e poi convertiti in formato 3D dal tuo televisore HD. Esiste una differenza qualitativa tra le due tipologie.

Come posso pulire i miei occhiali 3D?

Il metodo adatto per pulire i tuoi occhiali 3D è dedicandosi a un lato di ciascuna lente per volta. Gli occhiali 3D hanno due schermi su ciascuna lente, per cui esercitando pressione su entrambi i lati contemporaneamente si comprimono le lenti che possono venire a contatto tra loro e distorcere la visione in 3D. Utilizzare un panno di microfibra per pulire un lato della lente per volta.

Evitare l’uso di prodotti chimici contenenti alcool, solventi o tensioattivi o prodotti quali cera, benzene, diluente o lubrificante. Questi prodotti possono provocare una decolorazione o delle incrinature sulla superficie delle lenti. Inoltre, non spruzzare liquido detergente sugli occhiali, ma sull’apposito panno.