Più batteria, più memoria, più filmati grazie agli SSD

05-07-2012

Una scena familiare: il primo passo di un bambino, il giorno del diploma di tuo fratello o il primo ballo dei novelli sposi. Tiri fuori la tua videocamera, inquadri con la giusta angolazione e premi “record”, ma il tempo impiegato dalla videocamera per cominciare a filmare ti fa perdere il momento più importante. O la batteria è scarica. Oppure la memoria è piena. C’è sempre qualche problema. Ma non gettare la spugna proprio ora.

Videocamere sempre pronte a inquadrare

Le videocamere con SSD sono più veloci, più sottili e più efficienti. Premi "record" su una videocamera SSD e questa inizia a filmare in meno di un secondo. Il design compatto e l'unità monoblocco dell’SSD indicano che viene utilizzato solo 1/8 della potenza che utilizzerebbe un hard drive e che dura molto di più. Non solo la tua batteria dura più a lungo, ma hai una videocamera resistente a urti, colpi e perfino a cadute.

Cos’è un SSD

SSD è l'acronimo di “solid state drive”, ma, aspetto più importante, è che Samsung lo utilizza per assicurarsi che le sue videocamere non perdano mai un colpo. Diversamente dai tradizionali dischi rigidi (hard disk drive, HDD), che registrano magneticamente immagini e suoni attraverso un sistema di grosse parti mobili, gli SSD consolidano quella funzione in una singola unità (senza parti mobili) che cattura i dati elettronicamente. Sono sette volte più piccoli e dodici volte più leggeri dei tradizionali HDD.

Meglio di un HDD

Con una capacità quattro volte superiore a quella di un HDD di ripetere, scrivere e cancellare, l’SSD è effettivamente progettato per durare più di un centinaio di anni. E poiché è disponibile in versioni che racchiudono fino a 64 gigabyte di memoria flash, ti offre una capacità tale da poter registrare qualsiasi cosa tu voglia. In parole semplici, l'SSD è tra le migliori tecnologie oggi disponibili.