Le domande che non possono mancare: la configurazione dell'ambiente per l’home theater

13-10-2011

Porta il cinema a casa tua. I sistemi home theater sono ormai di grande tendenza nel design di interni, per le case grandi o piccole. Il richiamo è evidente: la libertà di guarda i film a casa tua, quando e come vuoi. Se i tuoi progetti prevedono uno schermo di grandi dimensioni e gli altoparlanti posizionati negli angoli del tuo salotto o un tuo cinema personale con tutti i crismi nel seminterrato, la configurazione ideale della stanza farà sicuramente la differenza.

Pubblicato: il 16 settembre 2010

Che tipo di spazio funziona meglio?

Per molte persone la collocazione naturale per l’home theater è il salotto o la sala da pranzo. Entrambi gli spazi possono essere rapidamente trasformati per accogliere una maratona di film aggiungendo uno televisore HD a schermo piatto, un sistema con audio sorround o degli altoparlanti wireless posteriori. In ogni caso, prima di scegliere in quale stanza sistemare il tuo nuovo home theater, dovresti considerare quali solo le condizioni di illuminazione più adatte a te e dovresti riflettere su quale ambiente può offrire un'acustica migliore.

A seconda del livello di illuminazione che preferisci per la visione del film, puoi optare per un ambiente completamente buio, con tende o persiane che impediscano alla luce del sole di entrare oppure puoi installare un comune dimmer, disponibile nei negozi di ferramenta, per abbassare le luci senza spegnerle del tutto. Inoltre, la moquette può contribuire all’assorbimento del suono. Se nell’ambiente che hai scelto non è presente la moquette puoi valutare la possibilità di aggiungere un tappeto per ottimizzare l’acustica.

Che tipo di sedute sono più adatte all’ambiente?

Le dimensioni e lo scopo d’uso della stanza possono aiutarti a decidere il tipo di seduta più adatto. Se usi la stanza solo per guardare la TV e i film può scegliere un divano o delle poltrone tutte rivolte verso lo schermo.

Se usi la stanza anche per altre attività, come studio, stanza degli ospiti o salotto, ti serviranno delle sedute versatili (dal divano, alle panche o alle poltrone). Pensa quante persone si uniranno solitamente a te durante la visione e assicurati di avere un posto a sedere per tutti.

Inoltre, vorrai fare in modo che tutti i posti a sedere siano ugualmente comodi e ottimali per la visione: evita che qualcuno debba sporgersi o allungare il collo per vedere la TV ed evita che siano presenti oggetti che possano ostruire lo schermo (come delle colonne o, semplicemente una lampada). Infine, è una buona idea testare la distanza di visione, sulla base della dimensione dello schermo, così che tutti siano alla distanza giusta.

Qual è il modo migliore per ottimizzare l’audio in base all’ambiente e alla disposizione dei posti a sedere?

Una volta risolte le questioni relative alla visione, puoi dedicarti all'audio, che è un altro aspetto importante per la trasformazione della tua casa in un vero e proprio home theater. L’audio surround ti consente di ascoltare l’audio del film nel modo in cui l'ha pensato il regista.

Può essere comodo cercare un sistema di audio surround completo di altoparlanti e ricevitore. Prova una configurazione con 7 altoparlanti più il subwoofer per ottenere un’esperienza audio di immersione totale. In ogni caso per godere dei vantaggi di un audio surround ti serviranno almeno cinque altoparlanti: uno centrale, due frontali e due posteriori o laterali surround. Gli altoparlanti wireless posteriori offrono comodità e un'estetica pulita, mentre le opzioni della barra audio di Samsung sono perfette per gli ambienti piccoli poiché condensano l'esperienza dell'audio surround in una sola unità più il subwoofer.

Indipendentemente dalle scelte che farai per creare il tuo home theater personale, riuscirai a organizzare e a divertirti nelle tue maratone cinematografiche, quando vuoi, con chi vuoi e senza dover uscire di casa.