Passa ai contenuti

Passa alla Guida per l'accessibilità

Passa alle informazioni generali


Galaxy S5 Popup Layer
Close this window
My Life powered by Samsung Galaxy S5
Scopri di più
Open Galaxy S5 Key Visual
Il nostro team
Le Olimpiadi sono di tutti
Il nostro team
Valentina Vezzali
Ciao mi chiamo Valentina, ho 38 anni e vivo a Jesi. Per Pietro però sono semplicemente Mamma, il nome più bello. Nello scherma sono la Vezzali ma mi hanno soprannominata "valeoro" dopo Pechino e "la poliziotta con il fioretto" dal 1999, cioè da quando sono entrata nel Gruppo Sportivo Fiamme oro. Ma sono sempre io. La caparbia e ostinata Vale che da bambina sognava di diventare campionessa olimpica, anche se forse da bambina non sapevo esattamente cosa volesse dire. Ora che lo so non voglio rinunciare alle meravigliose emozioni che il podio sa regalare e mi alleno per poterci salire ancora a Londra, alle prossime Olimpiadi.
Il nostro team
Rossano Galtarossa
Mi presento, sono Rossano e ho iniziato l'agonismo nello sport del remo quando avevo 13 anni. Da allora mi sono sempre allenato duramente e questo è l'anno della mia sesta olimpiade. Se guardo alla mia storia sportiva, posso dire di aver raccolto moltissimo: quattro medaglie olimpiche, compreso un oro, sono un gran risultato! Insomma, sono abituato fin troppo bene, perciò non posso pensare di andare a Londra e accontentarmi di partecipare.
Il nostro team
Sara Morganti
Mi chiamo Sara e ho una grande passione per Royal Delight, il mio cavallo, che in realtà è una "lei". Passiamo moltissimo tempo insieme e tra noi c'è un'intesa speciale. Nel nostro sport gli atleti sono 2 e si vince solo se si è in armonia. Dobbiamo essere tutti e due nelle condizioni ottimali per fare una grande performance. Abbiamo già sfiorato 2 volte la medaglia: nel 2010 e nel 2011. Ora siamo nel 2012 ed è giunto il momento di afferrarla. A Londra.
Il nostro team
Silvia Salis
Mi chiamo Silvia e studio scienze politiche con indirizzo giornalistico. Se dovessi dire qualcosa di me direi certamente che sono una ragazza molto ostinata, anche se non saprei se questo è un pregio o un difetto. Sicuramente nello sport è un gran pregio, perché è solo con impegno e determinazione che ci si allena nel lancio del martello. Ed è questa ostinazione che porterò a Londra, perché devo cancellare la delusione di Pechino.
Il nostro team
Clemente Russo
Sono Clemente anche se molti mi conoscono come Tatanka, che nella lingua degli indiani d'America, i Sioux, significa bisonte. Mi chiamano così perché, quando tiro di boxe, lo faccio proprio come un bisonte, con la stessa energia e la medesima carica. Fuori dal ring però è tutta un'altra cosa, sono solo Clemente, il ragazzo che sogna di aprire un maneggio con tanti cavalli e vivere in campagna con la famiglia. A Londra però ci vado come Tatanka perché, alle prossime olimpiadi, è l'oro che voglio.
Il nostro team
Luca Dotto
Ciao, sono Luca e sono un ragazzo impegnato. Impegnato perché sto con Rossella, schermitrice di professione. Impegnato perché faccio un sacco di cose. 4 ore di piscina tutti i giorni; palestra 3 volte alla settimana. Nel tempo che mi rimane aggiorno i profili sui social media, faccio lunghe telefonate o mi riposo. Insomma sono un ragazzo normale che sogna una vita tranquilla e felice. Ma non prima di una medaglia olimpica però. Magari quest'anno a Londra.
Il nostro team
Stefano Tempesti
Mi chiamo Stefano e sono molto alto. Proprio a causa della mia altezza da piccolo il medico consigliò ai miei genitori di portarmi in piscina. Così ho iniziato la strada (o forse dovrei dire la vasca!) per diventare portiere della nazionale di pallanuoto. Oggi sono convinto che le Olimpiadi siano il massimo a cui un atleta possa aspirare, non vedo l'ora di arrivare a Londra. L'unica cosa che ho in testa è rimanere concentrato, continuare con gli allenamenti e giocare ogni partita come fosse una finale.
Il nostro team
Aldo Montano
Ciao sono Aldo e sono destinato ad essere uno schermitore. Il primo contatto con la pedana non posso nemmeno ricordarmelo: mia mamma incinta è andata a seguire mio padre che gareggiava. Già perché la scherma è un fatto di famiglia, una passione che unisce tre generazioni! Una sola volta ho pensato che basta, con la scherma avevo chiuso: è stato dopo Pechino. Ma poi ho impugnato di nuovo la mia sciabola e sono tornato in pedana, perché quello è il mio destino, perchè quello sono io e a Londra cercherò la mia rivincita.
Il nostro team
Tania Cagnotto
Ciao sono Tania e ho 26 anni. Spesso la mia passione sportiva mi ha portato a lunghe permanenze all'estero per completare la mia formazione, ma poi sono sempre tornata volentieri dalla mia famiglia. Adoro passare il tempo con i miei amici, uscire a cena e andare a far shopping. Da "grande" mi sarebbe piaciuto fare la fisioterapista, o la ballerina, o la ginnasta. Lo so posso sembrare un po' indecisa. Però quando intraprendo una strada so essere molto determinata, mi impegno e mi dedico con tutta me stessa finchè non raggiungo la meta. Il prossimo obiettivo? Londra. E non per turismo.
Il nostro team
Elisa Santoni
Sono Elisa, ho 24 anni, e passo molto tempo con le mie compagne Elisa, Anželika, Romina, Marta e Andreea. Insieme facciamo un sacco di cose e siamo in perfetta sintonia. Siamo molto unite e l'unione fa la forza: in pedana è necessario che i nostri cinque cuori battano all'unisono, attraverso sguardi e parole sappiamo creare una sorta di filo immaginario tra di noi che ci rende ancor più complici,unite e pronte a lottare per un obiettivo comune. a Londra saremo La Squadra da battere ...il sogno continua!!!
Insieme per una grande emozione.
Voi che ci seguite, 10 nostri atleti olimpici italiani e noi di Samsung: così nasce il Team Samsung.
Seguite il blog tutti i giorni per trovare le ultime notizie e le iniziative del Team: partecipiamo insieme per condividere la magia dell'atmosfera olimpica!
Everyone's Olympic Games.