Provvedimenti a favore del clima

Agire ora per un futuro sostenibile a basse emissioni di carbonio

Immagine che rappresenta la pagina Mutamenti climatici

I cambiamenti climatici, causati almeno in parte dall’aumento nei consumi di combustibili fossili e dal surriscaldamento globale che ne è conseguito, rappresentano un problema serio che interessa tutti i paesi del mondo. Samsung Electronics ha riconosciuto la gravità della situazione e si sta pertanto impegnando su vari fronti, tra cui lo sviluppo di prodotti altamente efficienti dal punto di vista energetico, l’installazione di attrezzature a ridotte emissioni di gas a effetto serra (GHG) e l’impiego di nuove energie rinnovabili.

Cambiamento climatico: i nostri obiettivi per il 2020

Emisiones de GEI basadas en intensidad

Quest’infografica mostra gli obiettivi in fatto di intensità delle emissioni di gas serra/unità di KRW per le sedi Samsung e gestite da Samsung in tutto il mondo. Nel 2018, le emissioni base di gas serra sono state pari a 3,59 tonnellate di CO2e/milione di KRW. Il nostro obiettivo per il 2020 è di 1,55 tonnellate di CO2e/milione di KRW.

Reducción de gases de efecto invernadero acumulados

Quest’infografica mostra la riduzione complessiva dei gas serra nella fase d’uso dei prodotti. Dal 2009 al 2018, tali emissioni si sono ridotte di 243 milioni di tonnellate di CO2. L’obiettivo per il 2020 è una riduzione complessiva pari a 250 milioni di tonnellate di CO2 rispetto al 2008.

Ci stiamo impegnando per fornire una risposta alla situazione di crisi causata dai cambiamenti climatici

Il Consiglio per i gas serra si riunisce ogni quattro mesi per definire le azioni necessarie per combattere i cambiamenti climatici e analizzare i risultati conseguiti. I partecipanti condividono tutte le informazioni più recenti in relazione ai cambiamenti climatici, delineano dettagliati piani operativi e rivedono gli obiettivi per il trimestre successivo. Samsung Electronics ha creato un processo di gestione sistematico, come mostrato di seguito, al fine di ridurre al minimo le emissioni di gas serra nel corso dell’intero ciclo di vita dei propri prodotti, includendo anche le fasi di produzione, distribuzione e utilizzo.

Strategie e piani di azione per affrontare il cambiamento climatico
icone delle strategie e dei piani di azione per affrontare il cambiamento climatico
Riduzione delle emissioni di gas serra nelle sedi - Utilizzo di apparecchiature per la riduzione dei gas fluorurati nel processo di fabbricazione dei semiconduttori - Gestione di progetti per la riduzione del fabbisogno energetico, miglioramento dell’efficienza energetica Ampliamento della gestione energetica nelle sedi di lavoro - Istituzione di sistemi per la gestione energetica in tutte le sedi e conservazione delle certificazioni (dal 2013) - Gestione di costi e indicatori energetici in ogni sede Riduzione dei gas serra nella fase di utilizzo dei prodotti - Sviluppo e lancio di prodotti ad alta efficienza energetica Gestione di altre emissioni di gas serra - Gestione di emissioni di gas serra in logistica dei prodotti, trasferte di lavoro etc. (dal 2009) Gestione dei fornitori - Monitoraggio delle emissioni di gas serra dei fornitori (dal 2012)

Stiamo estendendo il nostro sistema per la gestione delle emissioni a tutti i livelli del processo produttivo

La risoluzione di un qualsiasi problema richiede la conoscenza di informazioni precise. Per misurare e gestire con attenzione le nostre emissioni di gas serra, le abbiamo suddivise in tre ambiti (o "scope"), così come definiti dal Protocollo GHG in base alla loro vicinanza con l’attività commerciale e produttiva. Individuare il punto esatto da cui hanno origine le emissioni a ogni livello è la base per poter gestire al meglio il problema. Lo scope 1 fa riferimento ai gas serra emessi nella fase produttiva presso i siti produttivi di Samsung Electronics, mentre lo scope 2 individua le emissioni indirette associate all’acquisto di energia da parte dei siti produttivi per la produzione di elettricità e vapore. Lo scope 3 riguarda altre emissioni indirette esterne ai siti produttivi, per esempio quelle generate dalle attività di logistica e trasporto, dalle trasferte di lavoro, dalla filiera produttiva e dall’utilizzo dei nostri prodotti. Utilizziamo i dati di queste analisi per gestire con sistematicità tutte le emissioni, dirette e indirette, derivanti dai nostri siti produttivi, dall’utilizzo dei nostri prodotti e dall’attività dei nostri fornitori.

Questa infografica rappresenta le emissioni di GHG nei rispettivi ambiti. Scope 1 fa riferimento alle emissioni di GHG dirette, Scope 2 alle emissioni indirette causate da elettricità, vapore, ecc. e  Scope 3 a tutte le altre emissioni indirette derivanti da logistica, fornitori, utilizzo dei prodotti, ecc.
Questa infografica rappresenta le emissioni di GHG nei rispettivi ambiti. Scope 1 fa riferimento alle emissioni di GHG dirette, Scope 2 alle emissioni indirette causate da elettricità, vapore, ecc. e Scope 3 a tutte le altre emissioni indirette derivanti da logistica, fornitori, utilizzo dei prodotti, ecc.
Scope 1 (emissioni di GHG dirette) e scope 2 (emissioni indirette da elettricità, vapore, ecc.)

· Analisi mensile delle emissioni prodotte dai siti produttivi a livello globale in base al sistema per la gestione dei gas serra
· Installazione di apparecchiature per la decomposizione dei GHG nella fase di produzione dei semiconduttori, con percentuale di decomposizione pari e superiore al 90%
· Installazione di attrezzature ad alta efficienza e utilizzo di luci a LED per l'illuminazione di tutti i siti produttivi

Panoramica dei siti produttivi Samsung Electronics
Ambito 3 (tutte le altre emissioni indirette legate alla logistica, ai fornitori, all’uso dei prodotti, ecc.)

∙ Attuare progetti di riduzione dei gas serra per migliorare l’efficienza energetica della logistica.
∙ Scoprire progetti di riduzione dei gas serra attraverso il supporto in loco ai fornitori principali.
∙ Incrementare l’uso delle videoconferenze e ridurre il numero dei viaggi di lavoro internazionali

Foto di un camion per la logistica (Safety Truck di Samsung Electronics)
Riduzione delle emissioni di gas serra (GHG) in fase di utilizzo del prodotto
Questo grafico mostra la quantità complessiva della riduzione di gas serra dal 2009 nelle nostre 7 linee principali, vale a dire cellulari, laptop, TV, monitor, frigoriferi, lavatrici e climatizzatori. Nel 2014, le tonnellate di Co2 erano 128 milioni, nel 2015 156 milioni e nel 2016 188 milioni. Questa quantità stimata nel 2017 e nel 2018 è pari a 217 milioni e 243 milioni di tonnellate di Co2 rispettivamente.

*Unità: milioni di tCo2
*Ambito della raccolta dati: principali categorie di prodotti (cellulari, computer portatili, televisori, monitor, frigoriferi, lavatrici e climatizzatori)
*Plastica accumulata dal 2009

Tecnologie avanzate per migliorare l’efficienza energetica

Attraverso le proprie tecnologie avanzate, Samsung Electronics si evolve costantemente verso uno stile di vita incentrato sulla praticità e il rispetto per l’ambiente. Per raggiungere questo obiettivo, Samsung organizza due volte all’anno speciali incontri di consultazione su tematiche ambientali, che coinvolgono l’intera azienda. Attraverso queste riunioni, Samsung discute i requisiti ambientali e lo sviluppo di tecnologie innovative con esperti delle varie divisioni aziendali, alla ricerca di tecnologie di risparmio energetico per realizzare prodotti ad alta efficienza energetica. Nel 2018, Samsung ha introdotto prodotti con tecnologie ad alta efficienza energetica, ad esempio motori per lavatrici e compressori per frigoriferi altamente efficienti, in grado di migliorare l’efficienza energetica mediamente del 39% rispetto al 2008. Per i consumatori, ciò si è tradotto in una riduzione dei consumi di elettricità e quindi in bollette più leggere, senza dimenticare le emissioni di gas serra inferiori.

Quest’infografica mostra i dati sull’efficienza energetica nella fase d’uso dei prodotti. Nel 2018, il consumo medio di energia dei prodotti si è ridotto del 39% e le emissioni complessive di gas serra sono diminuite di 243 milioni di tonnellate rispetto al 2008.
Quest’infografica mostra i dati sull’efficienza energetica nella fase d’uso dei prodotti. Nel 2018, il consumo medio di energia dei prodotti si è ridotto del 39% e le emissioni complessive di gas serra sono diminuite di 243 milioni di tonnellate rispetto al 2008.
Quest’infografica mostra i dati sull’uso delle varie fonti energetiche da parte delle sedi Samsung di tutto il mondo, nonché gli obiettivi in materia. Samsung ha risparmiato 34,3 miliardi di KRW in costi energetici e di elettricità delle sedi internazionali nel 2018. Il 53% dei risparmi è sull’elettricità, il 9% sul riscaldamento, l’11% sull’aria compressa, lo 0,1% sui generatori di azoto, il 6% sull’acqua, il 3% sul vapore, il 3% sul gas e il 13% su altre categorie.

L’aumento del volume di produzione richiede un aumento del numero di stabilimenti produttivi, con un corrispondente aumento del consumo di energia. Al fine di ridurre l’energia che usiamo per far crescere la nostra capacità produttiva, abbiamo definito 24 Standard di Risparmio energetico. Nel caso delle nuove sedi, abbiamo sviluppato delle tecnologie di risparmio energetico basate sulle caratteristiche della struttura e le abbiamo applicate fin dalle prime fasi della progettazione. Il risultato? Nonostante un aumento della produzione, nel 2018 le nostre sedi oltreoceano hanno risparmiato 34,3 miliardi di KRW sui costi di energia e utenze.

Quest’infografica mostra i dati sull’uso delle varie fonti energetiche da parte delle sedi Samsung di tutto il mondo, nonché gli obiettivi in materia. Samsung ha risparmiato 34,3 miliardi di KRW in costi energetici e di elettricità delle sedi internazionali nel 2018. Il 53% dei risparmi è sull’elettricità, il 9% sul riscaldamento, l’11% sull’aria compressa, lo 0,1% sui generatori di azoto, il 6% sull’acqua, il 3% sul vapore, il 3% sul gas e il 13% su altre categorie.
Questa infografica mostra come Samsung Electronics stia costantemente ampliando il proprio ricorso alle energie rinnovabili

Samsung Electronics amplia costantemente il proprio ricorso alle energie rinnovabili.

Quale società leader globale di informatica, Samsung Electronics ha ampliato il ricorso a fonti di energia rinnovabile in risposta al cambiamento climatico, e nel giugno 2018 ha annunciato ufficialmente i suoi principali obiettivi.
 
- Entro il 2020 passeremo al 100% di energie rinnovabili in tutte le nostre sedi in Stati Uniti, Europa e Cina.
Samsung Electronics ha fissato un obiettivo a breve termine che prevede un maggior ricorso a energie rinnovabili a partire da Stati Uniti, Cina ed Europa, dove le infrastrutture a tal fine sono sufficienti, e si è impegnata a fondo per raggiungere l’obiettivo.
Per prima cosa, nel 2019 siamo passati al 100% di energie rinnovabili per tutta l’elettricità usata nelle sedi regionali e in quella dei semiconduttori negli Stati Uniti, con il preliminare passaggio al 100% di energie rinnovabili nella sede europea in Slovacchia. In futuro, prevediamo di passare gradualmente nelle altre sedi statunitensi ed europee ad un utilizzo appropriato di energie rinnovabili. In più, abbiamo installato sui tetti degli edifici delle nostre sedi cinesi di produzione di televisori e semiconduttori un impianto di generazione di energia fotovoltaica da 5,5 MW. Proprio come in Corea, tutta l’energia generata viene usata per l’operatività delle sedi di produzione e di quelle ausiliarie.
 
- Entro il 2020, installeremo impianti di generazione di energia fotovoltaica e geotermica nei parcheggi e sui tetti di tutte le nostre sedi nazionali, tra cui Suwon, Hwaseong e Pyeongtaek.
Per rimanere in linea con l’obiettivo del governo coreano che prevede l’ampliamento del ricorso a energie rinnovabili fino al 20% entro il 2030 e dal 30 al 35% entro il 2040, la sede di Samsung Electronics di Suwon ha installato impianti di generazione di energia fotovoltaica per una capacità complessiva pari a 1,9 MW nella torre dei parcheggi e sui tetti di cinque sedi di ricerca nell’ambito di un progetto pilota di livello nazionale. L’energia generata dagli impianti fotovoltaici viene usata direttamente per le rispettive strutture di ricerca e di parcheggio. Con il monitoraggio dei risultati dell’installazione dell’impianto fotovoltaico pilota, prevediamo di introdurre costantemente impianti di energia fotovoltaica e geotermica anche nei centri logistici e nelle altre grandi sedi di Hwaseong e Pyeongtaek entro il 2020

- Unendoci alla catena di fornitura CDP nel 2019, abbiamo in programma di consigliare ai nostri 100 principali partner commerciali di fissare un obiettivo per il ricorso ad energie rinnovabili.
A supporto dell’ampliato impiego di energia rinnovabile da parte dei nostri partner commerciali, Samsung Electronics prevede di unirsi alla catena di fornitura CDP per far sì che i suoi 100 principali partner commerciali in base alla quantità di acquisti fissino un obiettivo per le energie rinnovabili e aumentino il loro ricorso ad esse, svolgendo al contempo un ruolo nella creazione di un ambiente più sano.

Uso dell’energia rinnovabile nelle sedi di tutto il mondo
Questa infografica riporta l’impiego delle energie rinnovabili nelle sedi globali. Nel 2015, il ricorso a energie rinnovabili è stato pari a 92,06 GWh, nel 2016 al 181,77 GWh, nel 2017 a 228,5 GWh, nel 2018 a 1356,5 GWh.
Questa infografica riporta l’impiego delle energie rinnovabili nelle sedi globali. Nel 2015, il ricorso a energie rinnovabili è stato pari a 92,06 GWh, nel 2016 al 181,77 GWh, nel 2017 a 228,5 GWh, nel 2018 a 1356,5 GWh.

Stiamo realizzando progetti atti a rispondere al cambiamento climatico globale.

Samsung Electronics sta realizzando progetti volti non solo a ridurre le emissioni globali di anidride carbonica, ma anche a contribuire alla creazione di un ambiente migliore.
Circa l’80% della popolazione di Mombasa, in Kenia, utilizza il carbone come fonte di alimentazione a causa dell’insufficiente disponibilità di energia elettrica. Quando si brucia carbone, si producono sostanze nocive che causano un aumento delle morti premature tra la popolazione. Inoltre, l’uso eccessivo di carbone sta incrementando l’inquinamento atmosferico e accelerando la deforestazione.
Per risolvere questo problema, Samsung Electronics ha fatto un passo avanti. Nell’ambito delle misure adottate contro il cambiamento climatico, abbiamo sottoscritto un accordo con Green Development e trovato metodi per aiutare gli abitanti di Mombasa a vivere in un ambiente più sano. Tenuto conto del fatto che il bioetanolo si può acquisire a costo ridotto in quanto le raffinerie di zucchero in Kenia sono in numero relativamente alto, Samsung Electronics ha investito un milione di euro per distribuire agli abitanti di Mombasa stufe alimentate a bioetanolo. Dal momento che il bioetanolo ha una capacità termica sei volte superiore a quella del carbone, ciò ha prodotto il doppio risultato di ridurre l’emissione di sostanze nocive e di garantire un uso domestico sicuro. Con la distribuzione di stufe, Samsung Electronics ha contribuito a uno stile di vita più sano e sicuro dei residenti di Mombasa, nonché alla riduzione delle emissioni dei gas serra.
In sinergia con Green Development, Samsung Electronics darà seguito alle sue iniziative per infondere nuova energia all’economia della regione e per migliorare l’ambiente, offrendo formazione su acquisizione, produzione e vendita di stufe e bioetanolo ai residenti.

Foto di Samsung Electronics che realizza progetti in risposta al cambiamento climatico globale.
Foto di Samsung Electronics che realizza progetti in risposta al cambiamento climatico globale.
I nostri prodotti ecosostenibili per un pianeta in salute
Immagine di fondo della pagina di Prodotti ecosostenibili