Siti produttivi ecocompatibili

I nostri siti produttivi ecocompatibili coesistono con la natura

Immagine che rappresenta la pagina Siti produttivi ecocompatibili

Tutti i siti produttivi di Samsung Electronics hanno ottenuto la certificazione del sistema di gestione ambientale e adottano quindi l’Eco-management. Ma il nostro impegno a tutela dell’ambiente non si ferma sulla porta degli stabilimenti. All’interno di tutti i nostri siti produttivi vengono identificate eventuali problematiche ambientali e definite le possibili soluzioni. Individuando la radice del problema e adottando misure preventive nell’intero ambito produttivo, facciamo in modo che tali soluzioni non siano temporanee, insufficienti e tardive. Al di fuori dei siti produttivi siamo sempre impegnati con grande entusiasmo e passione nella conservazione della biodiversità in collaborazione con le comunità locali al fine di tutelare al meglio l’ecosistema.

Gestione dei siti produttivi ecocompatibili: i nostri obiettivi per il 2020

Tasso di certificazione del sistema di gestione ambientale
A partire dal 2020 -- 100% *36 siti produttivi con le certificazioni ISO 14001 e OHSAS 18001

Adottando il sistema di gestione ambientale presso tutti i siti produttivi abbiamo attuato la gestione integrata

Al fine di mettere in pratica processi di gestione ecocompatibili, Samsung Electronics ha impostato l’attività dei siti produttivi in base agli standard internazionali di gestione ambientale. Tutti i nostri stabilimenti nel mondo hanno ottenuto la certificazione di gestione ambientale dell’International Organization for Standardization ISO 14001 e la certificazione del sistema di gestione energetica ISO 50001. Volendo fare un ulteriore passo avanti, Samsung Electronics ha definito i propri standard in materia, ancora più severi rispetto a quelli previsti dalla certificazioni internazionali, e ha gestito con attenzione tutti gli aspetti di interesse per i siti produttivi. I centri Global EHS (Environment, Health & Sagfety - Ambiente, Salute e Sicurezza) e Global CS (Customer Satisfaction - soddisfazione del cliente) sono posti sotto la guida diretta del CEO al fine di organizzare il lavoro in maniera sistematica e organica.

Verso il 100% di gestione ambientale

Gli standard internazionali ISO 14001 e ISO 50001 sono i sistemi di gestione ambientale ed energetica definiti dai rispettivi comitati tecnici ISO. Per poter ottenere la certificazione, un’azienda deve aver adottato una politica di gestione ambientale e aver stabilito obiettivi e piani d’azione dettagliati in tema di ambiente. Bisogna poi superare le severe valutazioni ISO, dimostrando la propria capacità di svolgere una serie di compiti quali l’allocazione di risorse per progetti complessi e l’efficiente svolgimento di attività attinenti. La certificazione non è un traguardo una tantum, ma comporta verifiche annuali e la ri-certificazione ogni tre anni.

Tutti gli stabilimenti Samsung Electronics hanno superato queste esigenti procedure di certificazione. Ma non basta: per avere un sistema di gestione ambientale ancora più avanzato, affidiamo ai nostri esperti una serie di verifiche interne che si affiancano a quelle svolte dai revisori esterni.

Formuliamo e adottiamo politiche per la riduzione dei gas serra

Per far fronte al cambiamento climatico, un’azienda può intraprendere varie azioni. Il punto di partenza è misurare in modo oggettivo e trasparente le prestazioni attuali, identificando i potenziali miglioramenti interni. A tal fine, Samsung Electronics controlla ogni anno le proprie emissioni di gas serra attraverso una società terza. Inoltre, basandoci sulle analisi dei nostri esaminatori interni cerchiamo continuamente modi per ridurre le nostre emissioni che abbiamo messo in pratica anno dopo anno. Ci siamo focalizzati in particolare sull’abbassamento delle emissioni di gas fluorurati (F-Gas), fra i maggiori responsabili del surriscaldamento globale. I risultati sono stati significativi, in particolare nella produzione di semiconduttori.

Quest’infografica mostra la riduzione complessiva delle emissioni di gas fluorurati da parte delle sedi Samsung in Corea, che producono gran parte dei nostri semiconduttori. La riduzione complessiva dei gas fluorurati, espressa in milioni di Co2 equivalente, è passata da 1,98 milioni nel 2015 a 3,63 milioni nel 2016, arrivando a 5,48 milioni nel 2017. Negli ultimi 3 anni, la riduzione complessiva è stata pari a 5,48 milioni di Co2 equivalente.

L’impegno di Samsung Electronics per la riduzione dei gas serra
Nel trattamento dei semiconduttori, la pulizia dei wafer di silicio richiede l’impiego di F-Gas, un tipo di gas serra. Il wafer è uno strato sottile di silicio che serve da base per il semiconduttore. Qualità e prestazioni del semiconduttore dipendono in larga parte dalle condizioni della superficie del wafer ed è quindi impossibile rinunciare all’utilizzo dell’F-Gas . Per questa ragione Samsung Electronics ha cercato una possibile soluzione per ridurre al minimo le emissioni di F-Gas , sviluppando e installando una nuova apparecchiatura in grado di assicurare il risultato desiderato. Questa strumentazione, frutto della collaborazione tra Samsung Electronics e Samsung Engineering, riduce drasticamente l’utilizzo di F-Gas , perché non solo decompone il gas, ma limita anche in misura significativa la quantità di energia necessaria a far funzionare l’apparecchiatura. Il metodo precedentemente impiegato che prevedeva la decomposizione del gas mediante l’utilizzo di alte temperature richiedeva molta energia e comportava quindi la produzione di gas serra. Questa nuova tecnologia consente di effettuare la decomposizione dei gas serra a basse temperature con un consumo energetico ridotto. Grazie agli sforzi profusi, siamo in grado di trattare oltre il 90% dei gas serra prodotti presso i nostri siti produttivi.

Meno emissioni di inquinanti dalle nostre sedi per limitare al massimo il nostro impatto ambientale

Inevitabilmente, il processo produttivo genera sottoprodotti potenzialmente dannosi per l’atmosfera e per l’acqua. Samsung Electronics investe molto nella riduzione degli effetti dannosi di questi inquinanti, ad esempio sostituendo le apparecchiature obsolete e migliorando i processi aziendali. I nostri boiler sono oggi dotati di bruciatori a basse emissioni di NOx, che usano meno energia e riducono significativamente le emissioni di NOx e CO2. Inoltre, quando allestiamo una linea di produzione, utilizziamo strumenti di monitoraggio dell’inquinamento ottimizzati per quella linea specifica. In particolare, abbiamo potenziato le strutture di trattamento dell’acqua presenti nei nostri stabilimenti coreani, arrivando a rimuovere il 97,6% degli inquinanti. I rifiuti pericolosi vengono conservati in contenitori speciali a prova di perdite, che eliminano del tutto il rischio di contaminazione del suolo. Sul fronte della prevenzione, analizziamo gli elementi che potrebbero generare sostanze inquinando e li eliminiamo in anticipo. Sul fronte dell’impatto ambientale, insomma, adottiamo iniziative di controllo e prevenzione che iniziano prima del processo produttivo e ne superano ampiamente la durata: contro l’inquinamento, l’impegno non è mai abbastanza.

Quest’infografica mostra gli investimenti di capitale di Samsung per migliorare l’eco-compatibilità delle operazioni aziendali. Gli investimenti di Samsung per l’ambiente hanno raggiunto i 5,82 miliardi di KRW nel 2013, per poi arrivare a 6,883 miliardi nel 2014, a 6,59 miliardi nel 2015 e a 9,334 miliardi nel 2016. Nel 2017, hanno toccato quota 9,513 miliardi di KRW. Rispetto al 2013, nel 2017 gli eco-investimenti sono aumentati del 63%.

Per mantenere in salute la Terra, supportiamo le iniziative a sostegno della biodiversità

Preservare l’ecosistema e proteggere l’ambiente sono fondamentali se si desidera che il pianeta resti sano. I dipendenti di Samsung Electronics prendono parte ad attività che si occupano di salvaguardare la salute dell’ecosistema. Condividiamo la filosofia di tutela della biodiversità, sosteniamo campagne che ne promuovono l’importanza e incoraggiamo con convinzione i nostri dipendenti a prendervi parte attivamente.

Filosofia Samsung Electronics riconosce i benefici e l'importanza degli ecosistemi naturari e della biodiversità ambientale. Per minimizzare gli effetti negativi sulla biodiversità, partecipiamo attivamente alle iniziative per la sua tutela e preservazione. Piani d'azione Tutti i dipendendi riconoscono la preservazione della biodiversità come uno dei valori fondamentali nell'applicazione di una gestione ecocompatibile Stimare e analizzare l'impatto di un prodotto sull'ecosistema e sulla biodiversità nel corso del suo intero ciclo di vita e impegno per minimizzare qualunque effetto negativo Dare priorità alle aree con un alto valore di biodiversità sia vicine ai siti produttivi coreani che all'estero e intraprendere azioni per la conservazione della biodiversità che soddisfino le necessità locali Comunicare continuamente con i dipendenti, le comunità locali, le ONG e tutti gli altri attori coinvolti e sostenere le comunità locali al fine di tutelare la biodiversità
La protezione degli habitat delle specie in via di estinzione

Abbiamo identificato le specie in via di estinzione e i loro habitat nelle regioni in cui si trovano i nostri siti produttivi e stiamo realizzando campagne dedicate alla conservazione della biodiversità in collaborazione con le organizzazioni interessate, senza dimenticare comunità locali, enti pubblici e mondo accademico.

Specie a rischio di estinzione vicine ai siti produttivi coreani Mammiferi Uccelli Anfibi Piante Insetti Pesci Altro

La tutela della gru dal collo bianco – Il ripristino di Jaepyeong (paludi diJaedurumi + Haepyeong)
Nel 2013, il sito produttivo Samsung Electronics di Gumi, nella provincia di Gyeongsangbuk-do, è diventato il primo in Corea a sottoscrivere una partnership per la conservazione della biodiversità con i governi e le università centrali e locali. Da allora, abbiamo supportato l’attività di inseminazione artificiale di due coppie di gru dal collo bianco a rischio di estinzione (monumento naturale coreano n. 203) arrivate dai Paesi Bassi. Nell’aprile del 2016, il Bird Ecological Environment Research Institute è riuscito a far riprodurre questi uccelli. Tale iniziativa aiuterà a ripristinare l’ecosistema delle paludi di Haepyeong, habitat di uccelli migratori, e rappresenta un importante contributo per la conservazione della biodiversità.

Conservazione delle dune di sabba costiere
Dal 2008 presso il nostro sito produttivo di Onyang, nella provincia di Chungcheongnam-do, collaboriamo con l’ufficio ambiente del bacino del fiume Geum alla conservazione delle dune di sabbia costiere che ospitano due specie a rischio di estinzione, la garzetta cinese e la lucertola della Mongolia. A Boyreong City supportiamo attualmente due attività che prevedono la pulizia dell’oceano, la rimozione delle piante invasive estranee e la protezione delle dune di sabbia di Sohwang, mentre ad Asan diamo il nostro contributo per la creazione degli habitat del miscanthus.

Eliminazione delle specie di pesci e piante estranee
Ogni anno, i nostri siti produttivi di Giheung e Hwaseong nella provincia di Gyeonggi-do supportano attività per la conservazione dell’ecosistema presso i corsi d’acqua Osan e Woncheonri, provvedendo all’eliminazione di specie estranee, nutrendo gli animali selvatici e promuovendo campagne per la tutela dell’ambiente.

Giornata mondiale dell’acqua

L’acqua è sorgente di tutte le forme di vita. Ogni anno, il 22 marzo, tutti i siti produttivi Samsung Electronics del mondo celebrano la Giornata mondiale dell’acqua, organizzando attività per la conservazione degli ecosistemi di corsi d’acqua e oceani. Alle iniziative promosse non prendono parte solo i dipendenti, ma anche comunità locali, gruppi civici e mondo accademico si uniscono a supporto delle campagne di tutela, eventi formativi dedicati alle risorse idriche e altre attività. E questo perché l’acqua può essere tutelata solo se ci uniamo e collaboriamo tutti insieme.

Una foto che ritrae l’evento Giornata mondiale dell’acqua
Diamo forma al futuro, insieme: una filiera produttiva sostenibile
Immagine di sfondo che rappresenta la pagina Filiera produttiva