Case History

Per Versace, la video collaboration in tutto il mondo è un fattore competitivo

Un brand globale deve poter connettere i suoi collaboratori ovunque siano e in qualsiasi momento. Monitor, lavagne digitali e sistemi di collaborazione Samsung potenziano la collaboration

11-06-2019

Le soluzioni di collaborazione Samsung sono già state scelte e collaudate da Versace per le sale riunione nell’attuale sede di Novara e per quelle nuove in allestimento nella nuova sede, presso l’edificio già soprannominato The Corner, all’angolo tra Via Melchiorre Gioia e viale della Liberazione, nel quartiere di Porta Nuova a Milano. L’area occupata dalla nuova sede della Medusa sarà di circa 8.000 mq e prevede l’impiego di tecnologia Samsung sia nelle 16 nuove meeting room, per la conferenza collaborativa, che nelle aree comuni: ingresso, area polifunzionale e sbarco ascensori, con l’inserimento di Digital Signage quali Ledwall, Videowall e Monitor.





Meeting room digitali

La notizia risale a settembre del 2018: Michael Kors ha acquisito il 100% di Versace per 1,83 miliardi di euro, lasciando totalmente in mano di Donatella Versace la direzione creativa del Gruppo. Questa apertura a un gruppo americano di portata globale, insieme alla vocazione internazionale che ha sempre caratterizzato Versace, le cui filiali si trovano già in tutto il mondo, dall’Australia, al Giappone agli Stati Uniti, hanno spinto, con l’occasione della nuova sede, ad abbracciare la tecnologia di conferenza collaborativa per le 16 nuove meeting room. “La finalità primaria è quella di comunicare con i colleghi esterni di Versace e di Michael Kors -spiega Gaetano Lima, IT operation & security manager, oppure per i designer, i commerciali e i responsabili marketing dialogare con i fornitori all’esterno dell’azienda. Si tratta di strumenti che devono essere di facile impiego per tutti perché coinvolgeranno persone in tutte le aree di business e serviranno per condividere e lavorare in gruppo. Una comunicazione direzionata quindi sia internamente all’azienda, verso le sedi internazionali, sia esternamente, verso clienti e fornitori”.





Tecnologia innovativa, performante e subito operative

Monitor, E-board e le lavagne digitali Samsung Flip sono le soluzioni selezionate per le meeting room di Versace. “Abbiamo analizzato ciò che era disponibile sul mercato da vari produttori -afferma Lima- e alla fine abbiamo scelto Samsung per la qualità della tecnologia utilizzata. “In particolare l’oggetto che ha più attirato la nostra attenzione -prosegue Lima- e, che abbiamo acquistato subito anche per la vecchia sede per l’ottimo rapporto qualità-prezzo, è stato il display interattivo Flip con tutte le sue potenzialità, che spaziano dalla collaborazione all’impiego come lavagna digitale e come supporto di comunicazione”. Le soluzioni digitali Samsung sono poi venute di conseguenza, per rimanere con un unico fornitore: il Videowall, il Ledwall, il Signage di MagicInfo e CMS (Contact Management System) per la distribuzione dei contenuti. “Ad avermi convinto maggiormente -precisa Lima- è stata la qualità delle soluzioni e la possibilità di applicare queste soluzioni Digital un domani anche al settore retail”.





Una meeting room digitale e multimediale per tutti

Il progetto al momento è ancora in fase di cantiere. “Il sistema progettato per le meeting room -spiega l'Arch.Tiziana Comi, project manager - è stato già installato e collaudato in una sala test allestita nella sede di Novara e verrà riprodotto esattamente nelle 16 sale previste della nuova sede Versace di Via Liberazione 16 a Milano”. L’attrezzatura infatti sarà per tutte la stessa, una lavagna digitale più il sistema di connessione esterna, completo di audio con microfoni e sound bar, telecamera grandangolo e player per connettere i partecipanti alla riunione. “Occorrerà fare della formazione -dice Lima- ma i dispositivi sono pensati per essere utilizzati da tutti, non solo dai tecnici”. “Samsung dal punto di vista della fruibilità si è dimostrato molto più accessibile, rispetto a sistemi analoghi di altri produttori -precisa Comi- e monitor e lavagne sono qualitativamente validi e belli esteticamente”. La connettività per le sale meeting è possibile anche da mobile e da remoto. L’installazione è prevista per luglio.



Accende un feeling fatto di immagini in movimento

Accanto alla tecnologia per comunicare e collaborare, il Digital Signage per la nuova sede. “La richiesta della Sig.ra Donatella -dice Tiziana Comi- è stata quella di posizionare dei Ledwall e monitor all’ingresso e nelle zone dove è previsto il passaggio degli ospiti o comunque del pubblico esterno all’azienda”. Si tratta delle aree polifunzionale, l’area meeting posizionata al piano terra vicino all’ingresso, gli altri ascensori al piano terra, all’ultimo piano dove c’è l’ufficio di Donatella e al quinto piano dove è ubicata la sala del Board Meeting. La scelta per l’ingresso, un ambiente ampio, molto luminoso per le molte vetrate si è orientata su un Ledwall 3,80x2,20 metri. Per la sala polifunzionale, dove avvengono anche delle conferenze, la scelta è caduta su un videowall composto da 9 monitor 3,60x2 metri circa. Quando è in corso una conferenza, sono funzionali a quel tipo di impiego, se invece lo spazio viene usato per rilassarsi i monitor trasmettono flussi di informazione da sorgenti diverse, dalle notizie del telegiornale fino all’ultima sfilata di Versace. Diverso il discorso per le aree in vicinanza degli ascensori: qui il Ledwall non serve, mentre il monitor soddisfa pienamente le richieste di comunicazione: a piano terra c’è un 98” Samsung, 2,20 metri per 1,4 metri, comunque un display di forte impatto. Più discreti i monitor posizionati al quinto e all’ultimo piano, soprattutto per motivi pratici di spazio a disposizione: mentre al piano terreno il soffitto è alto 3,80 metri, ai piani l’altezza è 2,70 metri, da qui la scelta di monitor da 75”, comunque d’impatto. Infine un monitor verrà posizionato nella sala prove per le sfilate, con la previsione di aggiungerne altri 5 per coprire tutta la parete. Tutti i dispositivi di Digital Signage verranno gestiti da MagicInfo. I lavori dovrebbero concludersi entro settembre 2019.

Content power

Per quanto riguarda i contenuti, sono in fase di definizione da parte della divisione Marketing. Ad oggi i display Digital Signage già installati da Versace in sede o nelle boutique visualizzano prevalentemente i video delle sfilate del brand.
L’ultima fase del progetto che riguarda la nuova sede è quella per le dotazioni audio: sono previste tre aree di diffusione acustica, l’ingresso, l’area polifunzionale e la sala prove. Quindi oltre alla diffusione sonora, sono previsti microfoni nell’area polifunzionale, per venire incontro alle esigenze di amplificazione nell’eventualità di presentazioni o conferenze. Per la sala prove per le sfilate invece la richiesta è di una dotazione audio di alta qualità. Anche l’audio verrà integrato al sistema MagicInfo.