Evento

L’integrazione tra architettura, design e tecnologia: da visione a presente

27-11-2017

L’innovazione tecnologica come parte integrante del design e dell’architettura: non una sovrastruttura, ma un elemento al centro del progetto che coinvolge tutta la filiera e gli attori del sistema. Questo il tema della tavola rotonda ospitata al Samsung District di Milano, che ha visto la partecipazione degli architetti Alfonso Femia (Atelier(s) Alfonso Femia) e Marco Piva (Studio Marco Piva), dell’Ing. Roberto Mancini (FOR Engineering) e di Eros Ghezzi di Videoworks.

L’incontro, moderato dal giornalista Giorgio Tartaro e dal direttore di “The Plan” Nicola Leonardi , è stato anche l’occasione per approfondire temi legati all’evoluzione del ruolo della tecnologia. Essa infatti è passata dall’essere percepita come elemento “estraneo” e “invasivo” di un progetto architettonico a essere considerata oggi una colonna portante in grado di dialogare con tuti gli attori della filiera.

“In passato, nell’architettura e nel design, la tecnologia era percepita come elemento estraneo. Oggi non è più così, perché la tecnologia non solo si integra con il progetto architettonico, ma semplifica ogni processo della filiera” ha dichiarato Martino Mombrini, Direttore Marketing Divisione IT di Samsung Electronics Italia. “Siamo molto contenti di poter discutere di questa evoluzione insieme a professionisti di questo calibro. In Samsung, infatti, crediamo che sia fondamentale sedersi allo stesso tavolo con i nostri partner, per ascoltare le loro esigenze e sviluppare insieme soluzioni innovative.”

Il tema dell’integrazione tra tecnologia e architettura discusso al Samsung District ha così permesso di far luce e riflettere sul nuovo approccio smart nel settore dell’edilizia, un approccio che si pone l’obiettivo di migliorare costantemente la qualità di vita dei cittadini. Se da una parte digitalizzazione e IoT rappresentano un’importante spinta per adottare nuove soluzioni digitali, non sempre la tecnologia è posta al centro del progetto edilizio. Ma, come dibattuto dagli esperti, è proprio in questo scenario che diventa necessario evolvere il nostro approccio: la tecnologia per definizione aiuta a risolvere i problemi e facilitare l’esistente, e dovrebbe quindi alimentare e ottimizzare il progetto stesso, ricoprendo un ruolo centrale in ogni fase del suo sviluppo.