Tendenze del settore

FORMAZIONE IN AZIENDA: L’IMPORTANZA DI INVESTIRE CONSAPEVOLMENTE NELL’ERA DIGITALE

01-11-2017

Ci si chiede che impatto avranno queste nuove tecnologie sulle organizzazioni, c’è chi sostiene che creeranno nuovi posti di lavoro e chi invece teme che le macchine sostituiranno l’uomo.

Nessuno è ancora in grado di predire con certezza come cambierà l’asset interno delle aziende, ma sicuramente si sente aria di cambiamento. Una trasformazione che richiederà nuove conoscenze e nuove skills per maneggiare i nuovi flussi digitali e le nuove tecnologie.
Una ricerca condotta da Manpower su 18.000 lavoratori di 43 paesi rivela che il 90% dei dipendenti si aspetta che la propria organizzazione verrà impattata dalla trasformazione digitale nei prossimi due anni.


L’Italia si rivela a sorpresa uno dei paesi più ottimisti, dove i lavoratori si aspettano un incremento dei posti di lavoro proprio grazie all’automazione e alla digitalizzazione dei processi. In generale, però, 3 manager su quattro sono convinti che la trasformazione digitale richiederà nuove skills e che la formazione sia proprio l’ambito su cui sia i dipendenti che le organizzazioni dovrebbero investire.
La formazione aziendale si sviluppa essenzialmente su due grandi aree. Le hard skills, intese come competenze specifiche e misurabili, e soft skills. Tra queste rientrano la creatività, l’intelligenza emotiva e la flessibilità cognitiva, tutte caratteristiche e abilità che potrebbero diventare l’elemento di differenziazione rispetto alle macchine e che è necessario coltivare sempre di più.

Perché INVESTIRE SULLA FORMAZIONE?

La formazione e l’aggiornamento delle competenze dei propri dipendenti è un investimento che può portare numerosi benefici, sia per il singolo individuo che per l’intera organizzazione.
Innanzitutto, un adeguato piano di formazione motiva ed entusiasma il dipendente, che sarà quindi incentivato a lavorare in maniera produttiva, mettendo a frutto le nuove competenze acquisite.
Per l’azienda significa avere un organico più preparato, più collaborativo e più efficiente, che si traduce in migliori performance di business.
La formazione, pur non generando direttamente fatturato, deve essere affrontata con lo stesso approccio di un business plan. Al bando l’improvvisazione, occorre un piano strutturato ed è importante dotarsi dei giusti strumenti e della giusta tecnologia per adattarsi alle nuove esigenze di lavoro agile e flessibilità.

SOLUZIONE SAMSUNG SCHOOL

Samsung School è una soluzione pensata per la formazione e la collaborazione in azienda, che sfrutta l’utilizzo di dispositivi mobile e schermi per creare un ambiente di apprendimento interattivo, sfruttando le potenzialità del cloud.
Oltre alla possibilità di poter accedere da qualsiasi luogo, la piattaforma consente di interagire in maniera attiva con tutti i partecipanti alla lezione, per condividere i materiali sui propri dispositivi mobile, ma anche per attivare quiz e sondaggi in diretta.
In un’aula che si rispetti, non può mancare una lavagna. Samsung propone la lavagna interattiva interattiva (o eBoard) completata dal software Magic IWB, che consente di gestire i contenuti in maniera più coinvolgente e interattiva, con tutta una serie di funzionalità al servizio della produttività, come la tecnologia touchscreen ed una connettività estesa.
Infine, se i dipendenti possono accedere al materiale formativo da qualsiasi luogo, è importante che i dati personali e aziendali siano gestiti in sicurezza. La rinnovata piattaforma Knox permette di proteggere tutti i dispositivi mobili di Samsung, grazie a specifici strumenti a supporto delle esigenze aziendali. Knox protegge i dati sensibili presenti sui dispositivi ma presenta delle funzionalità per proteggere anche l’integrità e la sicurezza dell’hardware. Inoltre, essendo compatibile con una vasta gamma di soluzioni MDM, Knox può essere facilmente integrato all’interno dell’infrastruttura esistente in azienda.