Tendenze del settore

L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA FAVORISCE LA COLLABORAZIONE?

01-11-2017

La collaborazione è infatti l’ingrediente segreto per ottenere due importanti risultati trasversali al business di qualsiasi settore: migliorare l’efficienza della comunicazione all’interno della propria organizzazione e assicurare la produttività del team, ottimizzando risorse, tempo ed energie delle persone.
Sebbene sia facile concordare sul concetto che una buona comunicazione all’interno dei team di lavoro sia la base per costruire un business florido, da una ricerca emerge che il 39% dei lavoratori intervistati ritiene che nella propria organizzazione non si collabori abbastanza e solo il 18% è misurato sulla capacità di comunicare.

Allo stesso tempo, la comunicazione interna alle organizzazioni risulta spesso inefficiente, basata unicamente sull’invio di email o sull’organizzare numerosi meeting. I numeri rivelano però che solo il 48% dei dipendenti apre le mail di comunicazioni interne, mentre il 47% ritiene che le riunioni siano la maggior causa di perdita di tempo in ufficio.

Non esiste una ricetta segreta per una collaborazione vincente e che sia una promessa di indiscutibili risultati di business. Tuttavia, l’unione di un mindset collaborativo con tecnologie e strumenti corretti per la propria realtà sono fattori decisivi.

Spesso citata con il termine inglese, la collaboration è infatti un trend che si traduce nell’adozione di strumenti e soluzioni tecnologiche, che vanno a braccetto con la trasformazione digitale delle aziende: dall’instant message, a sistemi per videoconferenza, dalla condivisione dei contenuti su mobile, ai dispositivi wearable.

Un’indagine rivela che in Italia il 78% delle aziende intervistate utilizza più lo smartphone che il telefono fisso e il 32% sta pianificando investimenti a favore della produttività individuale e della collaboration. La diffusione delle forme di smart working ha, infatti, portato allo sviluppo di nuove forme di accesso alle informazioni e di partecipazione ai meeting.

Collaboration che si traduce non solo in maggior produttività, ma anche nell’eliminazione di barriere e costi che rallentano il business. Ad esempio, i sistemi di videoconferenza permettono l’interazione tra i partecipanti a una riunione senza che si trovino per forza nella stessa sala meeting, annullando le distanze, riducendo l’esigenza di trasferte e relativi costi per l’azienda. Allo stesso modo, la possibilità di condividere file e documenti con il proprio team di lavoro tramite dispositivi mobile e piattaforme in cloud, con la possibilità di stampa o archiviazione digitale tramite soluzioni di mobile printing, aumentano la flessibilità e snelliscono i processi, con un significativo risparmio in termini di tempo. La tecnologia diviene quindi strumento, ma anche leva per la trasformazione digitale dell’azienda, a supporto delle sempre più diffuse forme di smart working per ridisegnare lo spazio di lavoro a favore di un ufficio sempre più dinamico.

Tuttavia non dobbiamo dimenticare che, se da un lato l’adozione di soluzioni tecnologiche a favore della collaborazione permette al business di diventare più flessibile, dall’altro pone sfide importanti che l’azienda moderna deve affrontare da subito. È quindi importante trovare la formula a misura della propria azienda, per integrare le varie forme di comunicazione e i vari strumenti senza perdere di vista le necessità dei singoli utenti. Inoltre, l’utilizzo massivo di dispositivi mobile, pone al centro il problema della sicurezza dei dati.

Samsung, da sempre impegnata nella ricerca di soluzioni adeguate ad ogni dimensione del business, rappresenta un partner strategico per l’adozione di alcune di queste soluzioni. L’ampio portfolio prodotti, include soluzioni eBoard per rendere i meeting più efficienti e produttivi e soluzioni di Smart Printing per una gestione documentale più snella. Infine, la piattaforma Knox crea uno spazio di lavoro protetto e sicuro per tutti i dispositivi mobile connessi.