Soluzioni veloci

5 buoni motivi per scegliere un monitor curvo

06-02-2018

Oltre al tempo che trascorriamo davanti al nostro PC o Monitor per motivi di lavoro (presumiamo un minimo di 8 ore), secondo l’ultimo rilevamento di Audiweb il tempo speso “on line” da diversi device, come PC, Smartphone e tablet, è di circa 2 ore e 21 minuti al giorno. Se poi consideriamo il tempo di fruizione di programmi TV o videogiochi, la nostra porzione di giornata davanti a uno schermo è decisamente ingombrante.

Rimanendo nella sfera lavorativa, la maggior parte di noi ritiene di non soffrire di particolari effetti collaterali anche dopo numerose ore spese di fronte a uno schermo. Tuttavia, una postazione di lavoro configurata male può sul lungo periodo causare dei disturbi a livello fisico e influire negativamente sulla nostra produttività.
I monitor curvi di Samsung sono pensati per garantire il massimo comfort visivo e completati da funzionalità avanzate a favore della produttività. Ci sono almeno 5 buone ragioni per preferire un monitor curvo a un display piatto:

1) Maggior comfort visivo.
I monitor curvi sono studiati per adattarsi alla curva naturale dell’occhio umano e rispecchiare meglio il campo di visione naturale. Con una curvatura di 1500R, il monitor curvo ha un design ergonomico che, secondo uno studio condotto da TÜV Rheinald , garantisce un aumento del comfort visivo.
2) Minor affaticamento della vista.
Il profondo raggio di curvatura e la modalità Eye Saver (tecnologia che permette un ridotta emissione di luce blu) permettono di ridurre al minimo l’affaticamento degli occhi anche dopo un uso prolungato del monitor. Una ricerca di Harvard Medical School dimostra come l’utilizzo di un monitor curvo permetta di ridurre sintomi come difficoltà di concentrazione, visione offuscata e occhi stanchi.

3) Design eccellente.
Il pannello curvato interamente ed estremamente sottile presenta un design moderno ed elegante. Alcuni modelli della gamma sono provvisti di base regolabile in altezza e i cavi possono essere nascosti all’interno dello stand, per una postazione di lavoro ordinata e funzionale
4) Qualità delle immagini.
Grazie alla tecnologia Quantum Dot, i display curvi di Samsung riproducono fedelmente una vasta gamma di colori, dando maggiore profondità ai neri e vivacità ai colori. L’ampio angolo di visione e un tempo di risposta rapido, garantiscono un’ottima visione da qualsiasi posizione.
5) Multitasking.
I monitor curvi di Samsung, in particolare i modelli in formato 21:9, permettono di affiancare due finestre di lavoro e di lavorare contemporaneamente su entrambi, eliminando di fatto la necessità di utilizzare il doppio schermo.