White paper

Dalle Enterprise Mobility Solutions alla Next Mobile Economy: un nuovo concetto di business

Le tecnologie mobile stanno trasformando le aziende, i loro processi e, in generale, il modo di lavorare. Ecco come traghettare il business nella Next Mobile Economy

10-10-2018

Il business, in qualunque ambito lo si voglia inquadrare, è ad un punto di svolta. La società moderna, perennemente connessa, sta ribaltando i metodi di lavoro tradizionali e ormai antiquati. È questo lo scenario in cui tutte le imprese, grandi o piccole che siano, sono chiamate ad uno sforzo ulteriore per adeguarsi al nuovo mondo del lavoro.

Solo così riusciranno a mantenere la necessaria attrattività nei confronti degli investitori e del mercato.

In un mondo in cui i mobile device sono ormai pervasivi di tutti gli ambiti lavorativi, le imprese sono dunque chiamate a riprogettare l’ambiente di lavoro e sfruttare tutta la necessaria tecnologia per entrare da protagoniste in quella che Samsung ha identificato come la Next Mobile Economy.

Una nuova rivoluzione economica

È evidente come, alla base di tutto, ci sia la rivoluzione digitale che, tra le altre opportunità, ha creato anche il terreno fertile per lo sviluppo di una nuova classe di dipendenti altamente “mobili”, perennemente connessi a Internet e molto più propensi a cambiare datore di lavoro con una frequenza maggiore rispetto alle precedenti generazioni.
Una nuova generazione di dipendenti la cui vita, sia privata sia lavorativa, è ormai profondamente permeata dalla tecnologia. A tal punto che solo il 40% dei cosiddetti millennials pensa che le capacità digitali delle aziende per cui lavorano sono attualmente all’altezza della situazione.
Questi stessi dipendenti sono a loro agio nella Next Mobile Economy, anzi sono loro stessi dei “disruptors”, dei perturbatori del vecchio concetto di business e si aspettano che i loro datori di lavoro li dotino degli strumenti e delle tecnologie giuste per affrontare le nuove sfide del mercato. E non potrebbe essere altrimenti, visto sono cresciuti circondati dalla tecnologie e molti di loro ricordano a malapena un tempo prima di Internet.
"Prima andavamo al lavoro per utilizzare la tecnologia più recente, ma ora torniamo a casa per utilizzare la tecnologia più recente, e questo è un cambiamento che è avvenuto in silenzio negli ultimi 30 anni" , è l’analisi impietosa del mercato del lavoro fatta da David Smith, responsabile di Global Futures and Foresight. Un cambiamento che imprese e organizzazioni non possono sottovalutare se vogliono sopravvivere nella Next Mobile Economy.

La piattaforma Samsung Knox offre al professionista tutti gli strumenti e le applicazioni necessarie per lavorare in sicurezza dovunque si trovi e nel rispetto della normativa privacy europea.

Le soluzioni per gestire il cambiamento

Nella fase di adeguamento tecnologico, i responsabili IT delle aziende devono tener presente l’aumento costante del numero di lavoratori “mobili” che operano al di fuori dei confini fisici dell’azienda. A costoro deve essere garantito un corretto accesso ai sistemi informativi aziendali dall’esterno, facendo in modo che ciò avvenga seguendo un’appropriata “mobile strategy” sui temi della sicurezza e della gestione di dati e informazioni.
Il tutto reso ancor più complicato dalla diversificazione delle tecnologie mobile e dal proliferare di sistemi operativi e applicazioni che hanno fatto crescere esponenzialmente la complessità gestionale: bisogna infatti pensare la mobilità in modo più ampio e articolato, estendendola anche a dispositivi con preinstallato Windows 10 e MacOS. Diventa quindi fondamentale per le aziende pianificare l’utilizzo di una piattaforma di Enterprise Mobility Management (EMM) e adottare le migliori Mobile Device Management solutions.
Grazie a soluzioni di EMM e MDM sarà possibile una gestione centralizzata da remoto dei dispositivi mobile (smartphone, tablet e computer portatili, ma anche dispositivi IoT, wearable e dispositivi smart) utilizzati dai dipendenti, sia per quanto riguarda la configurazione, sia per la distribuzione e l’aggiornamento automatico del software e delle app su tutti i dispositivi aziendali contemporaneamente.

mdm

Il tutto per garantire sempre il massimo livello di sicurezza possibile nello svolgimento delle attività lavorative quotidiane: un obiettivo fondamentale per garantire l’applicazione delle varie policy aziendali, soprattutto quelle per la compliance alle ultime normative europee in fatto di protezione dati e delle reti e delle informazioni: Il regolamento Europeo 2016/679 (GDPR) e la Direttiva NIS.

L’utilizzo di una piattaforma di Mobile Device Management diventa indispensabile anche perché sempre più spesso le aziende preferiscono soddisfare le esigenze tecnologiche della nuova generazione di dipendenti (sempre più attenti alle novità tecnologiche e sempre più intolleranti verso dispositivi e software che possano in qualche modo limitare la loro produttività e la loro connettività) consentendo loro l’uso dei dispositivi personali, mettendo quindi a punto politiche gestionali di tipo BYOD (Bring Your Own Device, letteralmente: porta il tuo dispositivo; ma spesso vengono usate anche le espressioni Bring Your Own Technology, BYOT, Bring Your Own Phone, BYOP, e Bring Your Own PC, BYOPC; in italiano: porta la tua tecnologia, porta il tuo telefono e porta il tuo PC).

Le Enterprise Mobile Solutions non bastano più

In questi casi è importante tenere ben distinti il contesto personale da quello lavorativo, ad esempio consentendo al dipendente di utilizzare la stessa app per gestire la posta elettronica ma facendo in modo che i messaggi personali rimangano separati da quelli aziendali.
Soltanto se l’azienda ha implementato un corretto piano strategico di Mobile Device Management Security che prenda in considerazione anche tecnologie di password authentication e data encryption, fintanto che un dispositivo (qualunque esso sia) si trova dentro i confini fisici o virtuali dell’organizzazione sarà sempre sotto il controllo dell’amministratore di sistema che, ad esempio, potrà intervenire in ogni momento in caso di emergenza resettando un mobile device rubato, smarrito o comunque compromesso mediante un’operazione di remote wipe/lock.
Soluzioni di Enterprise Mobility Management che prevedano l’utilizzo di piattaforme MDM come Samsung Knox garantiscono una protezione multilivello e un accesso ai dati tramite app affidabili, certificate e autorizzate dall’azienda, installabili mediante il Knox Container. Inoltre, la stessa piattaforma MDM è GDPR-compliant e offre una sicurezza multilivello a prova di qualunque cyber attacco.
Ma queste stesse soluzioni, da sole, non sono più sufficienti a gestire correttamente un mondo in cui il mobile sta trasformando il business.

mdm

Entrare da protagonisti nella Next Mobile Economy

La Next Mobile Economy, infatti, costringe le aziende a superare il concetto di Enterprise Mobility Solutions spingendole verso una piena collaborazione con altre aziende che porta a nuove opportunità e ad un concetto di problem solving innovativo.
Inoltre, i prodotti preconfezionati non funzionano più: dispositivi e software devono evolversi insieme alle esigenze uniche delle aziende e di conseguenza anche le soluzioni di EMM.
Solo così le aziende possono adattare le soluzioni alle esigenze dei propri lavoratori e sfruttare al meglio i vantaggi di tecnologie avanzate come le nuove reti 5G e l’Intelligenza Artificiale, pur mantenendo sempre il totale controllo sui dispositivi utilizzati e i dati gestiti mediante questi stessi device.

scopri di più sulla next mobile economy

Sempre efficiente, con misure di sicurezza e di controllo personalizzabili, capace di trasformare la partecipazione alla Next Mobile Economy: il Samsung Galaxy Note 9 è lo smartphone ideale per seguire i nuovi ritmi del mobile working.

mdm

Sempre efficiente, con misure di sicurezza e di controllo personalizzabili, capace di trasformare la partecipazione alla Next Mobile Economy: il Samsung Galaxy Note 9 è lo smartphone ideale per seguire i nuovi ritmi del mobile working.