White paper

Next Mobile Economy: quali sono le tecnologie più disruptive e qual è il ruolo della mobility

Come vincere le sfide della digital transformation grazie alle soluzioni di mobility.

23-10-2018

Qual è il ruolo delle soluzioni di mobility nei percorsi di trasformazione digitale delle aziende? Nessun settore è immune alle sfide della digital transformation.

Basta dare un’occhiata all’universo delle App mobile per comprendere come chi ha investito nelle tecnologie di ultima generazione per offrire prodotti o servizi migliori, più convenienti o, addirittura, creare nuovi modelli d’offerta stia rapidamente guadagnando quote di mercato a scapito delle aziende ancorate a business più tradizionali.

In un panorama di business in continua evoluzione, cambia anche il ruolo delle soluzioni di mobility. Il perché è presto detto: la mobilità ha cambiato il modo in cui lavoriamo e ci aggiorniamo, comunichiamo con gli amici e i colleghi, prenotiamo ristoranti e viaggi... Clienti, dipendenti, partner… tutti si aspettano di poter accedere a dati e fare acquisti in real time ovunque si trovino, utilizzando device intuitivi, in cui tutto è a “portata di tap”.

Per le organizzazioni si apre tutta una sfera di nuove opportunità legate alla Next Mobile Economy.  

Oggi, la corretta gestione delle tecnologie di mobility (e dei device mobile in particolare) è un imperativo per la maggior parte delle organizzazioni e un potente amplificatore per la crescita del business. Per avere successo nella Next Mobile Economy non è sufficiente essere consapevoli delle tendenze emergenti come AI, mixed reality, Internet of Things e connettività 5G, ma saperle integrare al meglio all’interno dell’infrastruttura esistente, per creare più valore per i clienti.
Ma vediamo più in dettaglio come le soluzioni di mobility aiutano a supportare al meglio la rivoluzione digitale trainata dalle tecnologie più dirompenti.  

AI (Intelligenza Artificiale)

Gran parte delle applicazioni di intelligenza artificiale si trova oggi sotto forma di assistenti personali. Bixby, il personal assistant disponibile sui device mobile Samsung , aiuta a tenere traccia degli appuntamenti, trovare un ristorante o prenotare un taxi. Nelle aziende, l’AI assume la forma dei robot software, che consentono il completamento automatico dei flussi di lavoro, o dei chatbot che forniscono servizi di helpdesk e customer care 24 ore su 24. Grazie alle funzionalità di autoapprendimento dei software AI, però, oggi è possibile andare ben oltre e sfruttare per esempio le funzionalità context-aware dei dispositivi mobile per far prendere ai device decisioni per conto nostro, in automatico. Se il nostro smartphone diventa l’obiettivo di un attacco hacker, i software di AI sono in grado di rilevare immediatamente qualsiasi tentativo di intrusione e bloccare l’accesso a contenuti e servizi in tempo reale.

᠎

Mixed reality

La mixed reality si riferisce sia alla realtà aumentata (AR) che a quella virtuale (VR). Si tratta di tecnologie che stanno già avendo un impatto rilevante in alcuni settori. Le società di gestione immobiliare, per esempio, utilizzano la realtà virtuale sui tablet per ampliare la propria attività ben oltre i confini delle sedi fisiche e lo stesso fanno gli operatori del fashion con i cataloghi virtuali sfogliabili su smartphone e tablet degli shopping assistant.
La VR viene utilizzata nei programmi di formazione dei dipendenti, per fornire esperienze più ricche e interattive. La curva d’apprendimento viene sensibilmente ridotta grazie alla realtà virtuale rispetto a quanto non avviene con all’adozione di mezzi passivi di insegnamento come le presentazioni in Power Point.

᠎

Internet of Things

Secondo uno studio di Frost & Sullivan, entro il 2020 ogni cittadino avrà accesso quotidianamente a 10 device connessi, tra casa e ambiente di lavoro. Mentre Gartner per lo stesso anno ipotizza che ci saranno nel mondo 20 miliardi di oggetti smart: smartphone, tablet, wearable, auto, macchinari industriali ed elettrodomestici… oggetti sempre più interconnessi tra loro e dotati di un’intelligenza che gli permette di prendere decisioni in tempo reale e in totale autonomia spesso gestibili a distanza dai device mobile.

᠎

Connettività 5G

La tecnologia abilitante di tutte questi nuovi approcci digitali è il 5G, che porta sulle reti wireless una velocità superiore a quella dei network cablati, con una latenza prossima allo zero. Questa evoluzione infrastrutturale è fondamentale per garantire che i dispositivi delle reti IoT siano in grado di comunicare tra loro in tempo reale.

᠎

 

Il ruolo delle tecnologie mobile nella digital transformation

La mobility sta evolvendo rapidamente: dall'essere un semplice elemento di differenziazione del business è diventata in breve tempo una componente critica dell'innovazione aziendale e un potente catalizzatore del cambiamento. Queste quattro tecnologie emergenti possono aiutare le aziende a guidare l’innovazione in chiave digitale ma solo se anziché essere approcciate singolarmente verranno integrate, come pezzi di un grande puzzle, in modo sicuro e protetto all’interno dell’infrastruttura a disposizione dei clienti. Un’infrastruttura sempre più orientata al supporto della mobility.