White paper

Samsung Knox: soluzioni di sicurezza per il mondo della sanità

Samsung Knox tutela il mondo sanitario che sta diventando sempre più accessibile in modalità smart.

23-10-2018

Quello sanitario è un mondo sempre più accessibile in mobilità da smartphone e tablet (ma anche da fit tracker, smartwatch e dispositivi per il monitoraggio da remoto dei pazienti che misurano la pressione sanguigna, il livello di insulina, forniscono indicazioni sul regime alimentare da seguire e via dicendo).
Basta dare un’occhiata alle numerose piattaforme di healthcare interfacciabili con i nostri dispositivi mobile per rendersene conto. E se l’e-health (la cosiddetta “sanità digitale”) permette di disporre di informazioni utili a una gestione sanitaria più efficiente, consentendo al contempo di modernizzare i sistemi sanitari mediante l’utilizzo strategico delle tecnologie IT, la mobile health (m-health o “sanità mobile”) nasce come risposta alla necessità di raccogliere dati clinici, inviare informazioni di assistenza sanitaria ai pazienti per monitorarne in tempo reale i segnali vitali e offrire così una cura diretta dallo smartphone o dal tablet.
Una moltitudine variegata di applicazioni mobile permette di supportare i processi in cui è coinvolto il paziente: ci sono quelle che consentano un contatto successivo al ricovero o che ricordino al paziente dimesso le terapie e le prescrizioni e non mancano le app di teleconsulto per la cosiddetta “personal-health”. Senza dimenticare i numerosi vantaggi dell’integrazione delle tecnologie mobile con il fascicolo sanitario elettronico: basta un’app, ad esempio, per prenotare un servizio sanitario o aggiornare i dati clinici regressi di un paziente.
Le nuove tecnologie hanno dunque rivoluzionato il mondo sanitario, sicuramente dal punto di vista applicativo, ma anche e soprattutto per quel che riguarda l’ambito della protezione di tutta quella enorme mole di dati sensibili scambiati quotidianamente tra strutture sanitarie, personale medico e pazienti. Non a caso, già dal 2015 il Garante per la protezione dei dati personali ha istituito un quadro regolatorio al passo con le trasformazioni in atto, rilasciando le linee guida in materia di dossier sanitario e anticipando di fatto alcune delle novità poi previste nel Regolamento UE 2016/679 (GDPR) quali ad esempio il data breach dei dati personali e sensibili.

La mobile security in ambito sanitario

Per tutelare questi dati è necessario adottare tutte le necessarie tecnologie adatte a gestire il settore della sanità mobile e in grado di migliorare la qualità delle cure sia ospedaliere sia domiciliari. Come quelle offerte da Samsung, che offrono un connubio perfetto tra soluzioni hardware e software ideale per rispondere al meglio alle esigenze del mondo sanitario. È possibile, ad esempio, sviluppare app mobile in grado di interfacciarsi con i tablet della famiglia Galaxy Tab A forniti del pennino digitale SPen e consentire così di dematerializzare i moduli sanitari in maniera sicura e conforme al GDPR: i pazienti non dovranno fare altro che compilarli direttamente sul tablet e apporre la propria firma usando il pennino fornito in dotazione. I moduli verranno automaticamente registrati e conservati in accordo alle normative vigenti. Soluzioni di mobile device management consentono, poi, di centralizzare il controllo dei dispositivi mobile e garantire la necessaria sicurezza dei dati sensibili di ogni paziente. Anche in questo caso, Samsung propone la soluzione giusta: la piattaforma Knox, integrata nei dispositive Samsung top di gamma, fornisce tutta una serie di meccanismi di protezione utili a tutelare i dati contenuti nei device stessi e consentire quindi all’utente di accedervi ovunque e in qualunque momento in tutta sicurezza. In particolare, la piattaforma Knox presenta una vasta gamma di soluzioni che spaziano dalla custodia separata dei dati personali e di quelli aziendali (nel caso ad esempio di dispositivi da lavoro utilizzati nelle strutture ospedaliere) fino alla gestione remota degli smartphone e dei dispositivi mobile aziendali. È possibile, così, separare le funzioni da lavoro dall’utilizzo personale del device.

᠎

Knox Configure, ad esempio, è la soluzione che consente agli amministratori IT di una struttura sanitaria di configurare e implementare i dispositivi in modo rapido e da remoto. Per ogni device utilizzato in una struttura sanitaria è possibile creare profili con impostazioni predefinite, limitazioni d’uso e app preinstallate. Una volta registrati, i dispositivi riceveranno automaticamente i profili personalizzati mediante Wi-Fi o connessione mobile e consentiranno, ad esempio, di mostrare in tempo reale ai pazienti i risultati degli esami clinici.
Grazie a Knox Workspace, invece, gli amministratori IT possono implementare un contenitore virtuale sul dispositivo in cui archiviare i dati sensibili dei pazienti in totale sicurezza. Le chiavi per la crittografia e decrittografia del contenitore virtuale di Knox Workspace, infatti, sono incorporate nel chipset del dispositivo. Tutte le app, i messaggi e-mail o i file archiviati nel contenitore Knox Workspace sono crittografati e si possono decrittografare e utilizzare solo dopo che l'utente ha immesso i propri PIN, la password oppure ha eseguito l'autenticazione biometrica. Se il dispositivo viene compromesso, il fusibile Knox Warranty Bit scatta e il contenitore Knox Workspace viene bloccato in modo definitivo per evitare la perdita di dati.
Grazie a queste e ad altre soluzioni integrate, Samsung Knox rappresenta dunque la soluzione giusta per proteggere i dati sanitari sensibili archiviati nei dispositivi mobile, dal chipset al livello dell'applicazione.

᠎